Le più belle frasi, aforismi e citazioni di Charles BaudelaireRaccolta completa

Charles Baudelaire, nato a Parigi il  9 aprile 1821 e morto a Parigi il 31 agosto 1867, è stato un poeta, scrittore, critico letterario, critico d’arte, giornalista, filosofo, aforista, saggista e traduttore francese. Charles Baudelaire è considerato uno dei più importanti poeti del XIX secolo. I pensiero di Baudelaire hanno influenzato molti autori successivi a lui e viene ancora oggi considerato uno degli della letteratura decadente, poetica e della filosofia nei confronti della società, dell’arte, dell’essenza dei rapporti tra esseri umani, dell’emotività, dell’amore e della vita.

Le frasi, citazioni ed aforismi di Charles Baudelaire sono molto ricercate nel web e vengono spesso usate come metafora di un pensiero. Abbiamo ricercato per voi frasi, citazioni e aforismi di Baudelaire e abbiamo raccolto e realizzato una bellissima raccolta completa con le più belle frasi di Charles Baudelaire.






I poemi lunghi sono la risorsa di quegli imbecilli che non ne sanno scrivere di brevi.
(Charles Baudelaire)

“L’unica e suprema voluttà dell’amore sta nella certezza di fare del male. E l’uomo e la donna sanno fin dalla nascita che il male è fonte di ogni voluttà.”
(Charles Baudelaire)

“Io so quanta fatica e sudore ci vogliono per mettermi alla luce e darmi anima e fiato. Sulla collina in fiamme, sotto il cocente sole; ma non sarò con te né maligno né ingrato.”
(Charles Baudelaire)

“L’amore è il gusto della prostituzione. Non v’è piacere nobile che non possa ricondursi alla prostituzione.”
(Charles Baudelaire)

“Bara e alcova vi offrono, come buone sorelle, piaceri terribili e paurose dolcezze.”
(Charles Baudelaire)

“Il bambino è turbolento, egoista, senza dolcezza e senza pazienza; e nemmeno può, come il semplice animale, come il cane e il gatto, far da confidente ai dolori solitari.”
(Charles Baudelaire)

“L’amore può derivare da un sentimento generoso: il gusto della prostituzione; ma è corrotto ben presto dal gusto della proprietà.”
(Charles Baudelaire)

“L’astinenza è una delle forme più raffinate di piacere sessuale.”
(Charles Baudelaire)

“Della religione credo inutile parlare, cercarne i resti, dal momento che darsi ancora la pena di negare Dio è il solo scandalo in questa materia.”
(Charles Baudelaire)

“I gatti prendono, mentre meditano, i nobili atteggiamenti delle grandi sfingi allungate in fondo a solitudini, che sembrano addormentarsi in un sogno senza fine.”
(Charles Baudelaire)

La sensibilità di ciascuno è la sua genialità.”
(Charles Baudelaire)

“Più un uomo ama le arti e meno gli si rizza. Si produce un divorzio via via più sensibile tra lo spirito e il bruto. Solo al bruto si rizza bene, e la scopata è il lirismo del popolo. Scopare è aspirare ad entrare in un altro, e l’artista non esce mai da sé stesso.”
(Charles Baudelaire)

“Sere alla luce del carbone ardente
Sere al balcone, il velo rosato dei vapori…
Dolce il tuo seno.”
(Charles Baudelaire)

“Il lusso, la spensieratezza e lo spettacolo consueto della ricchezza fanno quei ragazzi così belli, che si direbbero d’una pasta diversa da quella dei figli della mediocrità e della povertà.”
(Charles Baudelaire)

“Il sesso è il lirismo del popolo.”
(Charles Baudelaire)






“Chi non sa popolare la propria solitudine, nemmeno sa esser solo in mezzo alla folla affaccendata.”
(Charles Baudelaire)

“L’amore è molto simile a una tortura o a una operazione chirurgica. Anche se i due amanti sono molto innamorati e colmi di reciproci desideri, uno dei due sarà sempre più calmo o meno invasato dell’altro. Quello, o quella, è l’operatore, ovvero il carnefice; l’altro, o l’altra, l’assoggettato, la vittima.”
(Charles Baudelaire)

“Il dandy dovrebbe aspirare ad essere ininterrottamente sublime. Dovrebbe vivere e dormire davanti a uno specchio.”
(Charles Baudelaire)

“Nostra madre ci appare sempre la migliore delle donne.”
(Charles Baudelaire)

“Una passione sfrenata per l’arte è un cancro che divora ogni altra cosa.”
(Charles Baudelaire)

“La grammatica, la stessa arida grammatica, diventa qualcosa come una stregoneria evocativa; le parole risuscitano rivestite di carne e d’ossa, il sostantivo, nella sua maestà sostanziale, l’aggettivo, abito trasparente che lo veste e lo colora come una vernice, e il verbo, angelo del movimento che dà l’impulso alla frase.”
(Charles Baudelaire)

“O Dio, dammi il coraggio, la forza di guardare senza provar disgusto il mio corpo e il mio cuore!”
(Charles Baudelaire)

“Amiamo le donne in proporzione a quanto ci sono più estranee. Amare le donne intelligenti è un piacere da pederasta. Dunque la bestialità esclude la pederastia.”
(Charles Baudelaire)

“Il vino è come l’uomo: un miscuglio di bene e di male.”
(Charles Baudelaire)

“Il Tempo è un giocatore avido che vince senza barare, a ogni colpo.”
(Charles Baudelaire)

“Il vino e l’uomo mi fanno pensare a due lottatori tra loro amici,
che si combattono senza tregua, e continuamente rifanno la pace.
Il vinto abbraccia sempre il vincitore.”
(Charles Baudelaire)

“Beltà, il tuo sguardo, infernale e divino,
versa, mischiandoli, beneficio e delitto:
per questo ti si può paragonare al vino.”
(Charles Baudelaire)

“La vita è un ospedale in cui ciascun paziente è posseduto dal desiderio di cambiare letto.”
(Charles Baudelaire)

“Avrei da aggiungere due diritti alla lista dei diritti dell’uomo: il diritto al disordine e il diritto ad andarsene.”
(Charles Baudelaire)






“Sono costretto a credere al diavolo, dal momento che lo sento in me!”
(Charles Baudelaire)

“Di fatto noi facciamo l’amore con gli organi escrementizi.”
(Charles Baudelaire)

“Il lavoro rende i giorni prosperi, il vino le domeniche felici.”
(Charles Baudelaire)

“Vieni sul mio cuore innamorato, mio bel gatto: trattieni gli artigli e lasciami sprofondare nei tuoi occhi belli, misti d’agata e metallo.”
(Charles Baudelaire)

“Ci sono tanti tipi di bellezza quanti sono i modi abituali di cercare la felicità.”
(Charles Baudelaire)

“Il modo di vestirsi è la rappresentazione esteriore della nostra filosofia della vita.”
(Charles Baudelaire)

“La donna è fatalmente suggestiva; lei vive di un’altra vita, oltre alla propria; vive spiritualmente nelle fantasie che lei stessa ossessiona e feconda.”
(Charles Baudelaire)

“Non potendo sopprimere l’amore, la Chiesa ha voluto almeno disinfettarlo, e ha creato il matrimonio.”
(Charles Baudelaire)

“Quel che c’è di fastidioso nell’amore è che è un delitto in cui non si può fare a meno di un complice.”
(Charles Baudelaire)

“Tutti i grandi poeti diventano naturalmente, fatalmente, critici.”
(Charles Baudelaire)

“La stupidità è spesso ornamento della bellezza; è la stupidità quella che dà agli occhi la limpidezza opaca degli stagni nerastri, la calma oleosa dei mari tropicali.”
(Charles Baudelaire)

“Son sabbia i minuti, spensierato mortale,
da non lasciar scorrere senza cavarne oro!”
(Charles Baudelaire)

“Ogni uomo in buona salute può fare a meno di mangiare per due giorni; della poesia, mai.”
(Charles Baudelaire)

“O dolore! Dolore!
il tempo divora la vita,
e l’oscuro Nemico che ci corrode il cuore,
col sangue che perdiamo,
cresce e si fortifica!”
(Charles Baudelaire)

“Se il vino sparisse dalla terra, credo che nella salute e nell’intelligenza dell’uomo si formerebbe un vuoto, un’assenza di molto più spaventosa di tutti gli eccessi dei quali il vino è fatto responsabile.”
(Charles Baudelaire)

“Un’amante è un vino in bottiglia, una moglie è una bottiglia di vino.”
(Charles Baudelaire)

“L’odio è un liquore prezioso, un veleno più caro di quello dei Borgia; perché è fatto con il nostro sangue, la nostra salute, il nostro sonno e due terzi del nostro amore. Bisogna esserne avari.”
(Charles Baudelaire)

“Dio preso dai rimorsi aveva fatto il sonno;
l’uomo aggiunse il vino, sacro figlio del Sole.”
(Charles Baudelaire)






“Il Poeta è come lui, principe dei nembi che sta con l’uragano e ride degli arcieri; fra le grida di scherno esule in terra, con le sue ali da gigante non riesce a camminare.”
(Charles Baudelaire)

“Senza denaro e senza tempo, la fantasia si riduce a un sogno passeggero che non può tradursi in azione.”
(Charles Baudelaire)

“Che tu venga dal cielo o dall’inferno, cosa importa, o Bellezza! mostro enorme, ingenuo, tremendo! se i tuoi occhi, il tuo piede, il tuo sorriso mi schiudono ancora ignorato un Infinito che amo? Da Satana o da Dio, cosa importa? Angelo o Sirena, cosa importa, se tu – fata dagli occhi di velluto, ritmo, luce, profumo, o mia sola regina! – mi rendi meno ripugnante l’universo, meno grevi gli istanti?”
(Charles Baudelaire)

“O tu, che come un coltello sei penetrata nel mio cuore gemente: o tu, che come un branco di demoni, venisti, folle e ornatissima, a fare del mio spirito umiliato il tuo letto e il tuo regno – infame cui sono legato come il forzato alla catena, come il giocatore testardo al gioco, come l’ubbriaco alla bottiglia, come i vermi alla carogna – maledetta, sii tu maledetta!”
(Charles Baudelaire)

“Ciò che v’è di inebriante nel cattivo gusto, è il piacere aristocratico di spiacere.”
(Charles Baudelaire)

“Sii sempre un poeta, anche facendo prosa.”
(Charles Baudelaire)

“Come quell’enormi sfingi distese per l’eternità in nobile posa nel deserto sabbioso, i gatti scrutano il nulla senza curiosità, calmi e saggi.”
(Charles Baudelaire)

“L’ispirazione viene col lavorare ogni giorno.”
(Charles Baudelaire)

“Immaginazione è la regina del vero, e il possibile è una delle province della verità.”
(Charles Baudelaire)

“Gli uomini che meglio riescono a stare con le donne sono gli stessi che sanno starci benissimo senza.”
(Charles Baudelaire)

“Dio è l’unico essere che, per regnare, non ha nemmeno bisogno di esistere.”
(Charles Baudelaire)

“L’amante della vita crea il mondo intero nella sua famiglia, così come l’amante del buon sesso crea il suo da tutte le belle donne che ha trovato, da quelle potrebbe trovare, e da coloro che sono impossibili da trovare.”
(Charles Baudelaire)

“Il vino assomiglia all’uomo: non si saprà mai fino a qual punto lo si possa stimare o disprezzare, amare o odiare, né di quali azioni sublimi o di quali mostruosi misfatti sia capace.”
(Charles Baudelaire)

“Si deve lavorare, se non per il gusto, almeno per disperazione, perché, ad attenta verifica, il lavoro è meno noioso del divertimento.”
(Charles Baudelaire)

“Terribile è il gioco dell’amore, dove è necessario che uno dei due giocatori perda la padronanza di sé stesso.”
(Charles Baudelaire)

“C’è un solo modo di dimenticare il tempo: impiegarlo.”
(Charles Baudelaire)

“Quei giuramenti, quei profumi, quei baci infiniti, rinasceranno.”
(Charles Baudelaire)

“Ci sono pelli corazzate con le quali il disprezzo non è più una vendetta.”
(Charles Baudelaire)

“E’ ora di ubriacarsi! Per non essere gli schiavi martirizzati del Tempo, ubriacatevi, ubriacatevi sempre! Di vino, di poesia o di virtù, come vi pare.”
(Charles Baudelaire)

“Chi beve solo acqua ha un segreto da nascondere.”
(Charles Baudelaire)






“Non disprezzate la sensibilità di nessuno. La sensibilità è il genio di ciascuno di noi.”
(Charles Baudelaire)

“I profumi, i colori e i suoni si rispondono.”
(Charles Baudelaire)

“Non si è mai troppo vecchi finché si desidera sedurre e, soprattutto, finché si desidera essere sedotti.”
(Charles Baudelaire)

“Siamo sempre, tragicamente soli, come spuma delle onde che si illude di essere sposa del mare e invece non ne è che concubina.”
(Charles Baudelaire)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.