Le più belle Frasi del Diario di Anna FrankRaccolta Completa

Annelies “Anne” Marie Frank nascee il 12 giugno 1929 a Francoforte era figlia di una famiglia ebrea.
Dopo della salita al potere di Hitler e vivendo sotto un forte clima antisemita, il padre di Anna Frank prese la decisione di trasferirsi in Olanda, esattamente ad Amsterdam.
In fuga dalla persecuzione nazista degli ebrei, la famiglia si nascose per due anni.
Durante questo periodo, Anna Frank scrisse delle sue esperienze e desideri su di un diario, nel quale narra gli eventi che si susseguirono dal 12 giugno 1942 fino al 1 agosto 1944.
Anna Frank aveva 15 anni quando lei e la sua famiglia furono catturati e caricati su un treno merci con destinazione Auschwitz.
Da lì Anna fu deportata altrove.
Dopo la pubblicazione del suo diario, ad opera del padre – unico dei clandestini sopravvissuti alla deportazione. Anne Frank divenne il simbolo di tutti i bambini vittime dell’Olocausto.
Anna Frank è divenuta un simbolo dello Shoah per il suo diario, scritto nel periodo in cui lei e la sua famiglia si nascondevano dai nazisti, e per la sua tragica morte nel campo di concentramento di Bergen-Belsen, due mesi prima della liberazione dell’Olanda.
“Il Diario ci dice che l’amore non va conquistato. L’amore te lo meriti perché esisti” scrive Matteo Corradini, curatore di un’edizione del Diario di Anna Frank.

Dal Diario di Anna Frank , abbiamo selezionato per voi una Raccolta completa con le più Frasi, citazioni e aforismi tratti dal Diario di Anna Frank.
Vi auguriamo una piacevole lettura 🙂






Frasi, aforismi e citazioni del Diario di Anna Frank

Per una come me, scrivere un diario fa un curioso effetto. Non soltanto perché non ho mai scritto, ma perché mi sembra che più tardi né io né altri potremo trovare interessanti gli sfoghi di una scolaretta di tredici anni. Però, a dire il vero, non è di questo che si tratta; a me piace scrivere e soprattutto aprire il mio cuore su ogni sorta di cose, a fondo e completamente.
(Anna Frank)

Come è meraviglioso che non vi sia nessun bisogno di aspettare un singolo attimo prima di iniziare a migliorare il mondo.
(Anna Frank)

So quello che voglio. Ho uno scopo, un pensiero, ho la fede e l’amore. Permettetemi di essere me stessa e sarò soddisfatta. So che sono una donna, una donna piena di coraggio e di forza d’animo.
(Anna Frank)

Non ci è permesso di avere opinioni. Le persone possono dirti di tenere la bocca chiusa, ma non possono impedirti di avere un’opinione. Anche se si è ancora molto giovani, non dovrebbero impedirti di dire quello che pensi.
(Anna Frank)

Anche le donne dovrebbero essere rispettate!
In generale, gli uomini sono molto stimati in ogni parte del mondo, quindi perché non dovrebbero esserlo anche le donne?
Soldati ed eroi di guerra sono onorati e commemorati, agli esploratori è garantita fama imperitura, i martiri sono riveriti, ma quanti considerano anche le donne come combattenti?
Le donne, che lottano e soffrono per assicurare la sopravvivenza della razza umana, sono soldati molto più forti e coraggiosi di tutti quegli eroi che lottano per la libertà messi insieme!
(Anna Frank)

Ognuno di noi ha dentro di sé una buona notizia.
Ed è che non si sa quanto grande si può essere!
Quanto si può amare!
Che cosa si può realizzare! E quale sarà il nostro potenziale!
(Anna Frank)

Ecco la difficoltà di questi tempi: gli ideali, i sogni, le splendide speranze non sono ancora sorti in noi che già sono colpiti e completamente distrutti dalla crudele realtà.
È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili.
Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell’intima bontà dell’uomo.
(Anna Frank)

Quel che è accaduto non può essere cancellato, ma si può impedire che accada di nuovo.
(Anna Frank)

Non penso a tutta la miseria, ma alla bellezza che rimane ancora.
(Anna Frank)

Chi è felice farà felici anche gli altri, chi ha coraggio e fiducia non sarà mai sopraffatto dalla sventura!
(Anna Frank)

Dai un’occhiata ai suggerimenti di seguito oppure continua per leggere le altre frasi!



I genitori possono solo dare buoni consigli o metterli sulla giusta strada, ma la formazione finale del carattere di una persona giace nelle sue stesse mani.
(Anna Frank)

Pensa a tutta la bellezza ancora rimasta attorno a te e sii felice.
(Anna Frank)

Viviamo tutti con l’obiettivo di essere felici; le nostre vite sono diverse, eppure uguali.
(Anna Frank)

La ricchezza, la bellezza, tutto si può perdere, ma la gioia che hai nel cuore può essere soltanto offuscata: per tutta la vita tornerà a renderti felice.
Prova, una volta che ti senti solo e infelice o di cattivo umore, a guardare fuori quando il tempo è cosí bello. Non le case e i tetti, ma il cielo. Finché potrai guardare il cielo senza timori, saprai di essere puro dentro e che tornerai a essere felice.
(Anna Frank)

Capii che la paura non aiuta e non serve a nulla.
(Anna Frank)

Ho bisogno di provare per mia madre il rispetto che si prova per un ideale.
(Anna Frank)

Non sono ricca di soldi o cose terrene, non sono bella, né intelligente e furba, ma sono e sarò felice!
Lo sono di natura, mi piace la gente, non sono sospettosa e voglio vedere tutti felici e insieme.
(Anna Frank)

Non c’importa tanto di non arrivare da nessuna parte quanto di non avere compagnia durante il tragitto.
(Anna Frank)

La pigrizia può sembrare attraente, ma il lavoro ti da soddisfazione.
(Anna Frank)

Io non penso a tutta le miserie, ma a tutta la bellezza che ancora rimane.
(Anna Frank)

Mi opprime anche piú di quanto non possa dire il fatto che non possiamo mai uscire, e ho una paura tremenda che ci scoprano e ci fucilino.
Questa ovviamente è una prospettiva meno allettante.
(Anna Frank)






Esci nei campi, nella natura, al sole. Esci e cerca di ritrovare la fortuna dentro di te; pensa a tutte le belle cose che crescono dentro e attorno a te e sii felice.
(Anna Frank)

Prova anche tu, una volta che ti senti solo o infelice o triste, a guardare fuori dalla soffitta quando il tempo è così bello.
Non le case o i tetti, ma il cielo.
Finché potrai guardare il cielo senza timori, sarai sicuro di essere puro dentro e tornerai ad essere felice.
(Anna Frank)

Prova anche tu, una volta che ti senti solo o infelice o triste, a guardare fuori dalla soffitta quando il tempo è così bello. Non le case o i tetti, ma il cielo.
Finché potrai guardare il cielo senza timori, sarai sicuro di essere puro dentro e tornerai ad essere felice.
(Anna Frank)

Uno può sentirsi solo, anche quando è amato da molte persone.
(Anna Frank)

Com’è meraviglioso che nessuno abbia bisogno di aspettare un solo attimo prima di iniziare a migliorare il mondo.
(Anna Frank)

Ho molta paura che tutti quelli che mi conoscono cosí come sono sempre scoprano che ho anche un altro lato piú bello e piú buono.
Temo che mi prendano in giro, mi trovino ridicola, sentimentale e non mi prendano sul serio.
Sono abituata a non essere presa sul serio, ma solo la Anne «superficiale» ci è abituata e lo può sopportare, la Anne piú «profonda» invece è troppo debole.
Le volte che riesco effettivamente a far venire fuori per un quarto d’ora la Anne buona, lei si ritrae come una mimosa appena deve parlare, cede la parola alla Anne n. 1 e, prima che me ne renda conto, sparisce.
In compagnia la Anne buona non si è mai fatta vedere, neppure una volta, mentre quando sono sola è lei a prevalere.
So benissimo come vorrei essere e come sono… di dentro, ma purtroppo sono cosí esclusivamente per me stessa.
(Anna Frank)

L’amore, che cos’è l’amore? Penso che l’amore sia qualcosa che in realtà non si può descrivere a parole.
Amare una persona significa capirla, volerle bene, dividete le gioie e i e dispiaceri.
E poi, col tempo, viene anche l’amore fisico, hai diviso qualcosa, hai dato via qualcosa e qualcosa hai ricevuto, che tu sia sposato o meno, che nasca o non nasca un figlio.
Non c’entra affatto se hai perso o no l’onore, basta che tu sappia che per tutta la vita avrai vicino qualcuno che ti capisce e che non devi dividere con nessun altro!
(Anna Frank)

Chiunque è felice, renderà felici anche gli altri.
(Anna Frank)

Una cosa però l’ho imparata: per conoscere bene la gente bisogna averci litigato seriamente almeno una volta.
Solo allora puoi giudicarne il carattere.
(Anna Frank)






Se un cristiano compie una cattiva azione la responsabilità è soltanto sua; se un ebreo compie una cattiva azione, la colpa ricade su tutti gli ebrei.
(Anna Frank)

È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell’intima bontà dell’uomo.
(Anna Frank)

Quanto sarebbero buoni gli uomini, se ogni sera prima di addormentarsi rievocassero gli avvenimenti della giornata e riflettessero a ciò che v’è stato di buono e di cattivo nella loro condotta!
(Anna Frank)

Viviamo tutti con l’obiettivo di essere felici; le nostre vite sono diverse, eppure uguali.
(Anna Frank)

Sono felice di natura, mi piace la gente, non sono sospettosa e voglio vedere tutti felici e insieme.
(Anna Frank)

Ah, quante cose mi vengono in mente di sera quando sono sola, o durante il giorno quando debbo sopportare certa gente che mi disgusta o che interpreta male tutte le mie intenzioni!
Perciò finisco sempre col ritornare al mio diario, è il mio punto di partenza e il mio punto di arrivo, perché Kitty è sempre paziente; le prometterò che nonostante tutto continuerò a fare la mia strada e a inghiottire le mie lacrime.
(Anna Frank)

Trovo meraviglioso quello che mi succede, e non soltanto quello che è visibile all’esterno del mio corpo, ma quello che vi si compie internamente.
Appunto perché non parlo mai con nessuno di me e di queste cose, ne parlo con me stessa.
(Anna Frank)

La verità è tanto più difficile da sentire quanto più a lungo la si è taciuta.
(Anna Frank)

Ecco la difficoltà di questi tempi: gli ideali, i sogni, le splendide speranze non sono ancora sorti in noi che già sono colpiti e completamente distrutti dalla crudele realtà.
È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell’intima bontà dell’uomo.
Mi è impossibile costruire tutto sulla base della morte, della miseria, della confusione.
Vedo il mondo mutarsi lentamente in un deserto, odo sempre più forte il rombo l’avvicinarsi del rombo che ucciderà noi pure, partecipo al dolore di milioni di uomini, eppure, quando guardo il cielo, penso che tutto volgerà.
(Anna Frank)

È davvero meraviglioso che io non abbia lasciato perdere tutti i miei ideali perché sembrano assurdi e impossibili da realizzare.
Eppure me li tengo stretti perché, malgrado tutto, credo ancora che la gente sia veramente buona di cuore.
Semplicemente non posso fondare le mie speranze sulla confusione, sulla miseria e sulla morte.
Vedo il mondo che si trasforma gradualmente in una terra inospitale; sento avvicinarsi il tuono che distruggerà anche noi; posso percepire le sofferenze di milioni di persone; ma, se guardo il cielo lassù, penso che tutto tornerà al suo posto, che anche questa crudeltà avrà fine e che ritorneranno la pace e la tranquillità.
(Anna Frank)






Chiunque è felice, renderà felice anche gli altri.
(Anna Frank)

Ognuno di noi ha dentro di sé una buona notizia.
Ed è che non si sa quanto grande si può essere!
Quanto si può amare!
Che cosa si può realizzare!
E quale sarà il nostro potenziale!
(Anna Frank)

È davvero meraviglioso che io non abbia lasciato perdere tutti i miei ideali perché sembrano assurdi e impossibili da realizzare.
Eppure me li tengo stretti perché, malgrado tutto, credo ancora che la gente sia veramente buona di cuore. Semplicemente non posso fondare le mie speranze sulla confusione, sulla miseria e sulla morte. Vedo il mondo che si trasforma gradualmente in una terra inospitale; sento avvicinarsi il tuono che distruggerà anche noi; posso percepire le sofferenze di milioni di persone; ma, se guardo il cielo lassù, penso che tutto tornerà al suo posto, che anche questa crudeltà avrà fine e che ritorneranno la pace e la tranquillità.
(Anna Frank)

La ricchezza, la bellezza, tutto si può perdere, ma la gioia che hai nel cuore può essere soltanto offuscata: per tutta la vita tornerà a renderti felice. Prova, una volta che ti senti solo e infelice o di cattivo umore, a guardare fuori quando il tempo è cosí bello. Non le case e i tetti, ma il cielo. Finché potrai guardare il cielo senza timori, saprai di essere puro dentro e che tornerai a essere felice.
(Anna Frank)

A dispetto di tutto quanto credo ancora che la gente abbia davvero un buon cuore.
(Anna Frank)

Penso che quello che mi sta accadendo sia meraviglioso, e non solo per quello che si può vedere del mio corpo, ma tutto quello che sta crescendo dentro. Non ho mai discusso di me stessa o rivelato alcune di queste cose a qualcun altro. Questo è il motivo per il quale ho parlato con me stessa di queste cose.
(Anna Frank)

I genitori possono solo dare ai figli buoni consigli o indirizzarli sulla buona strada, ma la formazione definitiva della personalità di una persona è nelle mani della persona stessa.
(Anna Frank)

Una cosa però l’ho imparata: per conoscere bene la gente bisogna averci litigato seriamente almeno una volta.
Solo allora puoi giudicarne il carattere.
(Anna Frank)

Non sono ricca di soldi o cose terrene, non sono bella, né intelligente e furba, ma sono e sarò felice! Lo sono di natura, mi piace la gente, non sono sospettosa e voglio vedere tutti felici e insieme.
(Anna Frank)

So quello che voglio. Ho uno scopo, un pensiero, ho la fede e l’amore. Permettetemi di essere me stessa e sarò soddisfatta. So che sono una donna, una donna piena di coraggio e di forza d’animo.
(Anna Frank)

Fuori, è spaventoso. Di giorno e di notte quei poveretti vengono trascinati via, senza poter portare con sé che un sacco da montagna e un po’ di denaro. Durante il viaggio gli tolgono anche quel po’ di roba. Le famiglie vengono divise, gli uomini di qua, le donne di là, i bambini da un’altra parte.
I bambini, venendo a casa da scuola, non trovano più i loro genitori. Le donne, tornando dal far le spese, trovano la casa sigillata e la famiglia scomparsa.
(Anna Frank)

No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.