Le più belle frasi di Albert EinsteinRaccolta completa

Aforismi e Frasi celebri - L Aforisma.it

Albert Einstein (N. 14 marzo 1879 – Princeton, M.18 aprile 1955).
Einstein Oltre a essere uno dei più celebri fisici della storia della scienza, che mutò in maniera radicale il paradigma di interpretazione del mondo fisico, fu attivo in diversi altri ambiti, dalla filosofia alla politica. è uno degli autori più citati al mondo.
In una delle varie classifiche americane delle frasi e citazioni di tutti i tempi, troviamo questa frase di Einstein al sesto posto (“Due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, ma riguardo l’universo ho ancora dei dubbi -Two things are infinite: the universe and human stupidity; and I’m not sure about the universe”). Ci sono moltissime altre frasi di Albert Einstein comunemente citate dal grande pubblico.
Vi propongo in questa sezione, una raccolta delle più belle frasi di Albert Einstein.

 

Non preoccuparti delle tue difficoltà in matematica; posso assicurarti che le mie sono ancora maggiori.

(Albert Einstein)

Il mondo è un posto pericoloso, non a causa di quelli che compiono azioni malvagie ma per quelli che osservano senza fare nulla.

(Albert Einstein)

Se vuoi una vita felice devi dedicarla a un obiettivo, non a delle persone o a delle cose.

(Albert Einstein)

La creatività è contagiosa. Trasmettila.

(Albert Einstein)

Chi non riesce più a provare stupore e meraviglia è già come morto e i suoi occhi sono incapaci di vedere.

(Albert Einstein)

Non esistono grandi scoperte né reale progresso finché sulla terra esiste un bambino infelice.

(Albert Einstein)

Lo studio e, in generale, la ricerca della verità e della bellezza sono una sfera di attività nella quale ci è consentito di rimanere bambini per tutta la vita.

(Albert Einstein)

Stupidità significa fare e rifare la stessa cosa aspettandosi risultati diversi.

(Albert Einstein)

L’uomo ha scoperto la bomba atomica, però nessun topo al mondo costruirebbe una trappola per topi.

(Albert Einstein)

Non penso mai al futuro, arriva sempre così presto.

(Albert Einstein)

Non possiamo risolvere i problemi con lo stesso tipo di pensiero che abbiamo usato quando li abbiamo creati.

(Albert Einstein)

La natura ci mostra solo la coda del leone. Ma non ho dubbi sul fatto che dietro vi sia il leone anche se non può mostrarsi tutto a un tratto. Lo vediamo soltanto nel modo in cui lo vedrebbe un pidocchio se gli stesse addosso.

(Albert Einstein)

L’idea di un Dio personale è un concetto antropologico che non sono capace di prendere seriamente.

(Albert Einstein)

Se verrà dimostrato che la mia teoria della relatività è valida, la Germania dirà che sono tedesco e la Francia che sono cittadino del mondo. Se la mia teoria dovesse essere sbagliata, la Francia dirà che sono un tedesco e la Germania che sono un ebreo.

(Albert Einstein)

Se una scrivania in disordine è segno di una mente disordinata, di cosa, allora, è segno una scrivania vuota?

(Albert Einstein)

La misura dell’intelligenza è data dalla capacità di cambiare quando è necessario.

(Albert Einstein)

I grandi spiriti hanno sempre incontrato l’opposizione violenta delle menti mediocri.

(Albert Einstein)

La scienza senza la religione è zoppa; la religione senza la scienza è cieca.

(Albert Einstein)

Il segreto della creatività è saper nascondere le proprie fonti.

(Albert Einstein)

La cosa importante è non smettere mai di domandare. La curiosità ha il suo motivo di esistere. Non si può fare altro che restare stupiti quando si contemplano i misteri dell’eternità, della vita, della struttura meravigliosa della realtà. È sufficiente se si cerca di comprendere soltanto un poco di questo mistero tutti i giorni. Non perdere mai una sacra curiosità.

(Albert Einstein)

Certe volte mi domando perché sia stato proprio io a elaborare la teoria della relatività. La ragione, a parer mio, è che normalmente un adulto non si ferma mai a riflettere sui problemi dello spazio e del tempo. Queste sono cose a cui si pensa da bambini. Io invece cominciai a riflettere sullo spazio e sul tempo solo dopo essere diventato adulto. Con la sola differenza che studiai il problema più a fondo di quanto possa fare un bambino.

(Albert Einstein)

Le cose sono unite da legami invisibili: non si può cogliere un fiore senza turbare una stella.

(Albert Einstein)

La coincidenza è il modo che ha Dio di restare anonimo.

(Albert Einstein)

Il tempo non è affatto ciò che sembra. Non scorre in una sola direzione, e il futuro esiste contemporaneamente al passato.

(Albert Einstein)

Perché esiste qualcosa e non il nulla?

(Albert Einstein)

La morale non ha niente di divino; è una faccenda puramente umana.

(Albert Einstein)

Il mio ufficio? La mia mente è il mio ufficio.

(Albert Einstein)

Ciascuno deve essere rispettato nella sua personalità ma nessuno deve essere idolatrato.

(Albert Einstein)

La memoria è l’intelligenza degli idioti.

(Albert Einstein)

L’istruzione è ciò che resta dopo che uno ha dimenticato tutto quello che ha imparato a scuola.

(Albert Einstein)

La realtà è una semplice illusione, sebbene molto persistente.

(Albert Einstein)

Semplicemente immagino che sia così, poi cerco di provarlo.

(Albert Einstein)

La mente che riesce ad allargarsi non torna mai alla dimensione precedente.

(Albert Einstein)

La libertà consiste nell’ indipendenza del pensiero dalle limitazioni dei pregiudizi sociali.

(Albert Einstein)

La guerra non si può umanizzare, si può solo abolire.

(Albert Einstein)

La maturità inizia a manifestarsi quando sentiamo che è più grande la nostra preoccupazione per gli altri che non per noi stessi.

(Albert Einstein)

È meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che pessimisti ed avere ragione.

(Albert Einstein)

La mente intuitiva è un regalo sacro e la mente razionale è un servitore fedele. Noi abbiamo creato una società che onora il servo e ha dimenticato il regalo.

(Albert Einstein)

L’insegnamento deve essere tale da far percepire ciò che viene offerto come un dono prezioso, e non come un dovere imposto.

(Albert Einstein)

Mai memorizzare quello che puoi comodamente trovare in un libro.

(Albert Einstein)

La crescita intellettuale deve cominciare alla nascita e cessare solo alla morte.

(Albert Einstein)

La differenza tra ciò che le persone più istruite e quelle meno istruite sanno è indicibilmente irrilevante rispetto a ciò che è sconosciuto.

(Albert Einstein)

Le tre regole di lavoro:
1. Esci dalla confusione, trova la semplicità.
2. Dalla discordia, trova armonia.
3. Nel pieno delle difficoltà risiede l’opportunità.

(Albert Einstein)

Io penso e penso per mesi ed anni. Novantanove volte, la conclusione è falsa. La centesima volta ho ragione.

(Albert Einstein)

Per formare un immacolato membro di un gregge di pecore si deve, soprattutto, essere una pecora.

(Albert Einstein)

L’arte è l’espressione del pensiero più profondo nel modo più semplice.

(Albert Einstein)

Non tutto ciò che può essere contato conta e non tutto ciò che conta può essere contato.

(Albert Einstein)

Fate domande semplici. Quando anche le risposte che ascoltate sono semplici, ascolterete un buon discorso.

(Albert Einstein)

Se Dio ha creato il mondo, non possiamo dire che si sia preoccupato molto di facilitarne la comprensione.

(Albert Einstein)

Io so con assoluta certezza di non possedere un talento speciale; la curiosità, l’ossessione e l’ostinata resistenza, unita all’ autocritica, mi hanno portato alle mie idee.

(Albert Einstein)

Sì, dobbiamo dividere il nostro tempo in questo modo, tra la nostra politica e le nostre equazioni. Ma per me le nostre equazioni sono ben più importanti, dato che la politica è qualcosa che riguarda solo il presente. Un’equazione dura per sempre.

(Albert Einstein)

I computer sono incredibilmente veloci, accurati e stupidi. Gli uomini sono incredibilmente lenti, inaccurati e intelligenti. L’insieme dei due costituisce una forza incalcolabile.

(Albert Einstein)

La teoria è quando si sa tutto ma non funziona niente. La pratica è quando tutto funziona ma non si sa il perché. In ogni caso si finisce sempre con il coniugare la teoria con la pratica: non funziona niente e non si sa il perché.

(Albert Einstein)

Una persona che non abbia mai commesso un errore non ha mai cercato di fare qualcosa.

(Albert Einstein)

Il vero valore di un uomo si determina esaminando in quale misura e in che senso egli e giunto a liberarsi dall’io.

(Albert Einstein)

Scopo di ogni attività dell’intelletto è ridurre il mistero a qualcosa di comprensibile.

(Albert Einstein)

Il tempo è relativo, il suo unico valore è dato da ciò che noi facciamo mentre sta passando.

(Albert Einstein)

La scienza contrariamente ad un’opinione diffusa, non elimina Dio. La fisica deve addirittura perseguitare finalità teologiche, poiché deve proporsi non solo di sapere com’è la natura, ma anche di sapere perché la natura è così e non in un’altra maniera, con l’intento di arrivare a capire se Dio avesse davanti a sé altre scelte quando creò il mondo.

(Albert Einstein)

Qualsiasi marmocchio può uccidere una pulce: tutti gli studiosi delle accademie del mondo non sono in grado di crearne una.

(Albert Einstein)

Finché le leggi della matematica si riferiscono alla realtà, non sono certe, e finché sono certe, non si riferiscono alla realtà.

(Albert Einstein)

Si può dire che l’eterno mistero del mondo sia la sua comprensibilità. Il fatto che sia comprensibile è un miracolo.

(Albert Einstein)

La gioia nell’ osservare e nel comprendere è il dono più bello della natura.

(Albert Einstein)

È difficile sapere cosa sia la verità, ma a volte è molto facile riconoscere una falsità.

(Albert Einstein)

Le persone sono come le biciclette: riescono a mantenere l’equilibrio solo se continuano a muoversi.

(Albert Einstein)

Il matrimonio è il tentativo fallimentare di trasformare un caso in qualcosa di duraturo.

(Albert Einstein)

Credo nel Dio di Spinoza che si rivela nell’ armonia di tutto ciò che esiste, ma non in un Dio che si occupa del destino e delle azioni degli esseri umani.

(Albert Einstein)

Quando rifletto su di me e sui miei metodi intellettuali, mi sembra quasi che il dono della fantasia mi sia servito più della capacità di impadronirmi della conoscenza assoluta.

(Albert Einstein)

Una cosa ho imparato nella mia lunga vita: che tutta la nostra scienza, commisurata alla realtà, è primitiva e infantile, eppure è la cosa più preziosa che abbiamo.

(Albert Einstein)

La preoccupazione dell’uomo e del suo destino devono sempre costituire l’interesse principale di tutte le iniziative tecniche. Non dimenticatelo mai in mezzo a tutti i vostri diagrammi ed alle vostre equazioni.

(Albert Einstein)

Non ho mai insegnato nulla ai miei studenti; ho solo cercato di metterli nelle condizioni migliori per imparare.

(Albert Einstein)

Le più felici delle persone, non necessariamente hanno il meglio di ogni cosa; soltanto traggono il meglio da ogni cosa che capita sul loro cammino.

(Albert Einstein)

Il processo di una scoperta scientifica è un continuo conflitto di meraviglie.

(Albert Einstein)

Il buon senso è la collezione di pregiudizi acquisiti a partire dai diciotto anni.

(Albert Einstein)

La principale fonte dei conflitti odierni tra le sfere della religione e della scienza sta tutta in questa idea di un Dio personale. Nella lotta per il bene morale, i maestri della religione debbono avere la capacità di rinunciare alla dottrina d’un Dio personale, vale a dire rinunciare alla fonte della paura e della speranza, che nel passato ha garantito ai preti un potere così ampio.

(Albert Einstein)

Per me l’elemento prezioso nell’ ingranaggio dell’umanità non è lo Stato, ma è l’individuo creatore e sensibile, è insomma la personalità; è questa sola che crea il nobile e il sublime, mentre la massa è stolida nel pensiero e limitata nei suoi sentimenti.

(Albert Einstein)

C’è un paradosso che spiega l’impossibilità dell’onnipotenza, che può essere formulato in questo modo: se Dio è onnipotente, può creare una pietra che sia così pesante da non poter essere sollevata nemmeno da Lui. Se Dio non riesce ad alzare la pietra, significa che non è onnipotente. Se ci riesce, non è comunque onnipotente, perché non è stato capace di creare una pietra da non poter essere sollevata nemmeno da Lui.

(Albert Einstein)

Il progresso tecnologico è come un’ascia nelle mani di un criminale patologico.

(Albert Einstein)

Lo scienziato trova la sua ricompensa in ciò che Henri Poincaré chiama la gioia della comprensione, e non nelle possibilità applicative delle sue scoperte.

(Albert Einstein)

Se vuoi descrivere ciò che è vero, lascia l’eleganza al sarto.

(Albert Einstein)

Se A è uguale a successo, allora la formula è A = X + Y + Z. Il lavoro è X; il gioco è Y; e Z è tenere la bocca chiusa.

(Albert Einstein)

Di ciò che è importante nella propria esistenza non ci si rende quasi conto, e certamente questo non dovrebbe interessare il prossimo. Che ne sa un pesce dell’acqua in cui nuota per tutta la vita?

(Albert Einstein)

Innamorarsi non è affatto la cosa più stupida che l’uomo può fare, e in ogni caso la forza gravitazionale non può essere ritenuta responsabile.

(Albert Einstein)

Dobbiamo essere pronti a fare sacrifici eroici in favore della pace più di quanto facciamo di buon grado in favore della guerra. Non esiste dovere che io consideri più importante o al quale io tenga di più.

(Albert Einstein)

Il mio pacifismo è un sentimento istintivo, un sentimento che mi abita perché l’omicidio è ripugnante. Non nasce da una teoria intellettualistica, ma da un profondo orrore per ogni forma di odio e di crudeltà. Il nazionalismo è una malattia infantile. È il morbillo dell’umanità.

(Albert Einstein)

La religione del futuro, sarà una religione cosmica. Trascenderà il Dio personale e lascerà da parte dogmi e teologia. Abbracciando insieme il naturale e lo spirituale, dovrà essere fondata su un senso religioso che nasce dall’ esperienza di tutte le cose, naturali e spirituali come facenti parte di un’unità intelligente.

(Albert Einstein)

Cerca di diventare non un uomo di successo ma piuttosto un uomo di valore.

(Albert Einstein)

Uno dei motivi più forti che conducono gli uomini all’ arte e alla scienza è la fuga dalla vita quotidiana con la sua dolorosa crudezza e la tetra mancanza di speranza, dalla schiavitù del propri desideri sempre mutevoli.

(Albert Einstein)

Poche persone sono capaci di esprimere con equanimità opinioni che divergono dai pregiudizi del loro ambiente sociale. Molte persone sono addirittura incapaci di formare tali opinioni.

(Albert Einstein)

Mi sento talmente immerso nell’ umanità, talmente smarrito in un immenso universo, che non riesco più a commuovermi o a soffrire per la nascita o la morte di una creatura sola.

(Albert Einstein)

Il genio altro non è che la capacità di osservare la realtà da prospettive non ordinarie. Mentre una persona intelligente, quando riesce a trovare un ago in un pagliaio, si ferma soddisfatta, il genio continua a cercare per trovarne un secondo, un terzo ed eventualmente un quarto.

(Albert Einstein)

Se non fossi un fisico, sarei probabilmente un musicista. Io penso spesso in musica. Io vivo i miei sogni quotidiani in musica. Io vedo la mia vita in termini musicali. Io ottengo le maggiori gioie della vita dalla musica.

(Albert Einstein)

La ricerca della verità e della conoscenza è una delle più alte attività umane anche se spesso ne menano più vanto quelli che meno vi partecipano.

(Albert Einstein)

Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza è destinato a naufragare nella risata degli dei.

(Albert Einstein)

Il valore di una persona risiede in ciò che è capace di dare e non in ciò che è capace di prendere.

(Albert Einstein)

Da quando è stata approntata la prima bomba atomica nessun tentativo è stato fatto per rendere il mondo più sicuro dalla guerra, mentre molto è stato fatto per aumentare la capacità distruttrice della guerra stessa.

(Albert Einstein)

Strano come la scienza che ai vecchi tempi sembrava inoffensiva si sia trasformata in un incubo che fa tremare tutti.

(Albert Einstein)

Il mondo è un bel posto e per esso vale la pena di lottare.

(Albert Einstein)

La scienza è una cosa meravigliosa se uno non deve guadagnarsi da vivere con essa.

(Albert Einstein)

La differenza tra la genialità e la stupidità è che la genialità ha i suoi limiti.

(Albert Einstein)

Finché esisterà l’uomo esisteranno anche le guerre.

(Albert Einstein)

Io non pretendo di sapere cosa sia l’amore per tutti, ma posso dirvi che cosa è per me: l’amore è sapere tutto su qualcuno, e avere la voglia di essere ancora con lui più che con ogni altra persona. L’amore è la fiducia di dirgli tutto su voi stessi, compreso le cose che ci potrebbero far vergognare. L’amore è sentirsi a proprio agio e al sicuro con qualcuno, ma ancor di più è sentirti cedere le gambe quando quel qualcuno entra in una stanza e ti sorride.

(Albert Einstein)

Quando la soluzione è semplice, Dio sta rispondendo. Quando il mondo smette di essere la scena delle nostre speranze e desideri personali, quando lo affrontiamo come esseri liberi che contemplano, chiedono e osservano, allora entriamo nel regno dell’arte e della scienza.

(Albert Einstein)

Se in un primo momento l’idea non è assurda, allora non c’è nessuna speranza che si realizzi.

(Albert Einstein)

Non voglio e non possono figurarmi un individuo che sopravviva alla sua morte corporale: quante anime deboli, per paura e per egoismo ridicolo, si nutrono di simili idee!

(Albert Einstein)

La nostra morte non è una fine se possiamo vivere nei nostri figli e nella giovane generazione. Perché essi sono noi: i nostri corpi non sono che le foglie appassite sull’albero della vita.

(Albert Einstein)

La Terra esiste da più di un miliardo di anni. Quanto alla sua fine, aspettate e vedrete.

(Albert Einstein)

Chiesero una volta ad Einstein: Qual è la domanda più importante che una persona qualsiasi possa chiedere? Egli rispose: “È un posto amichevole l’Universo?

(Albert Einstein)

Solo due cose sono infinite: l’universo e la stupidità umana, riguardo l’universo ho ancora dei dubbi.

(Albert Einstein)

La logica vi porterà da A a B. L’immaginazione vi porterà dappertutto.

(Albert Einstein)

Non so con quali armi si combatterà la Terza guerra mondiale, ma la Quarta sì: con bastoni e pietre.

(Albert Einstein)

Se l’ape scomparisse dalla faccia della terra, all’uomo non resterebbero che quattro anni di vita.

(Albert Einstein)

Ognuno è un genio. Ma se si giudica un pesce dalla sua abilità di arrampicarsi sugli alberi lui passerà tutta la sua vita a credersi stupido.

(Albert Einstein)

Io appartengo all’unica razza che conosco, quella umana.

(Albert Einstein)

Tutto è determinato… da forze sulle quali non abbiamo alcun controllo. Lo è per l’insetto come per le stelle. Esseri umani, vegetali, o polvere cosmica, tutti danziamo al ritmo di una musica misteriosa, suonata in lontananza da un pifferaio invisibile.

(Albert Einstein)

Tutti sanno che una cosa è impossibile da realizzare, finché arriva uno sprovveduto che non lo sa e la inventa.

(Albert Einstein)

Chi dice che è impossibile, non dovrebbe disturbare chi ce la sta facendo.

(Albert Einstein)

Un giorno le macchine riusciranno a risolvere tutti i problemi, ma mai nessuna di esse potrà porne uno.

(Albert Einstein)

La vita non è degna di essere vissuta, se non è vissuta per qualcun altro.

(Albert Einstein)

È più facile spezzare un atomo che un pregiudizio.

(Albert Einstein)

Non ho alcun talento particolare. Sono solo appassionatamente curioso.

(Albert Einstein)

Se sapessimo (esattamente) quel che stiamo facendo, non si chiamerebbe ricerca.

(Albert Einstein)

Colui che segue la folla non andrà mai più lontano della folla. Colui che va da solo sarà più probabile che si troverà in luoghi dove nessuno è mai arrivato.

(Albert Einstein)

Come si può mettere la Nona di Beethoven in un diagramma cartesiano? Ci sono delle realtà che non sono quantificabili. L’universo non è i miei numeri: è pervaso tutto dal mistero. Chi non ha il senso del mistero è un uomo mezzo morto.

(Albert Einstein)

Quando un uomo siede vicino ad una ragazza carina per un’ora, sembra che sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa accesa per un minuto e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività.

(Albert Einstein)

C’è una forza motrice più forte del vapore, dell’elettricità e dell’energia atomica: la volontà.

(Albert Einstein)

Ogni cosa che puoi immaginare la natura l’ha già creata.

(Albert Einstein)

La mente è come un paracadute. Funziona solo se si apre.

(Albert Einstein)

Ogni minuto che passi arrabbiato perdi sessanta secondi di felicità.

(Albert Einstein)

Tutto è relativo. Prendi un ultracentenario che rompe uno specchio: sarà ben lieto di sapere che ha ancora sette anni di disgrazie.

(Albert Einstein)

L’uomo incontra Dio dietro ogni porta che la scienza riesce ad aprire.

(Albert Einstein)

Chi non ammette l’insondabile mistero non può essere neanche uno scienziato.

(Albert Einstein)

Sono un non credente profondamente religioso.

(Albert Einstein)

Dio non gioca a dadi con l’universo (anche nella versione “Com’è difficile riuscire a dare uno sguardo alle carte di Dio, ma non credo per un solo istante che Egli giochi a dadi”)

(Albert Einstein)

E = mc2
(Equazione della Relatività ristretta: l’energia è uguale alla massa moltiplicata per la velocità della luce al quadrato)

(Albert Einstein)
No Comments Yet

Leave a Reply

Your email address will not be published.